Vogliamo oggi presentarvi il caso particolare di un utente che ha presentato richiesta di trasloco Sky Fastweb, per quella che fino a poco tempo fa era definita offerta “Home Pack” (oggi si chiama “Sky & Fastweb”, in promozione a 25 € al mese), ma che si è andato a cacciare in un bel guaio.

 

Il trasloco della linea telefonica, come più volte abbiamo avuto modo di ribadire sul nostro blog , è un processo delicato e complesso che molto spesso reca in sé una serie di problematiche che mettono in seria  difficoltà numerosi utenti.

Assistenza telefonica immediata – clicca qui

Le molteplici richieste di assistenza che giungono ogni giorno presso la nostra Associazione sono testimonianza di quanto i problemi legati al trasloco Sky Home Pack e Fastweb (qui trovate un’altra testimonianza di problemi con questo tipo di trasloco) siano attuali e in continuo aumento.

Trasloco Sky Home Pack, tutti i problemi di Fastweb più l’insidia Sky

Dunque il nostro cliente, spinto dalla sbandierata convenienza dell’offerta Home Pack (ora Sky & Fastweb), attiva una nuova linea all’inizio dell’anno, pur sapendo che di lì a poco avrebbe cambiato casa. Giunto il momento del trasloco, che sarebbe dovuto avvenire circa un mese e mezzo  più tardi, l’utente presenta richiesta di trasloco per l’intero pacchetto.

Subito dopo, viene contattato dal Servizio Clienti Fastweb, che consiglia di dare disdetta del contratto e procedere a una nuova attivazione, poiché nel suo caso specifico il trasloco non avrebbe potuto completarsi per non meglio specificati problemi tecnici.

Il cliente accetta la proposta, con la garanzia da parte di Fastweb che i costi di disattivazione sarebbero stati completamente stornati nell’ultima bolletta relativa al contratto in via di rescissione. L’utente invia disdetta con raccomandata A/R all’indirizzo indicato e attende nuove da Fastweb, che intanto si affretta ad allacciare la seconda linea appena due settimane più tardi. Siamo esattamente nel mese di marzo.

A fine maggio, la prima linea risulta ancora attiva e le fatture continuano ad arrivare, al che l’utente decide di revocare il RID e non pagare le fatture pendenti. Dopo una serie di fax, telefonate e reclami, Fastweb informa l’utente dell’impossibilità di staccare la linea a causa degli insoluti accumulati dalla disdetta fino a quel momento. Come se non bastasse, Sky, al momento della revoca del RID, ha interrotto l’erogazione dei servizi e, appellandosi alla Legge 40/07, decide di risolvere immediatamente il contratto, le cui spese saranno completamente a carico dell’utente.

L’utente chiede il trasloco, segue scrupolosamente le istruzioni del Servizio Clienti e si ritrova con l’addebito di costi non dovuti (in questo post, un caso da noi gestito su costi non dovuti), l’interruzione della linea e del Servizio Sky e la minaccia da parte di società di recupero crediti. Tutto questo per aver seguito le istruzioni del call center – roba da matti!

Trasloco Sky Home Pack: consigli per tutelarsi in caso di problemi

Questo è solo uno dei tanti casi che, ogni giorno, pervengono alla nostra Associazione. Il consiglio preventivo è quello di effettuare comunicazioni esclusivamente per iscritto, via fax o per raccomandata A/R e conservare con cura tutte le ricevute. Conservare inoltre tutte le comunicazioni che si ricevono dalla Società di Telecomunicazioni, che siano mail, messaggi o comunicazioni inviate su qualsiasi altro canale (in particolare, segnare tutti gli estremi della telefonata nel caso effettuiate registrazione telefonica). Tutto sarà utile ai fini della vostra tutela.

Se avete avuto dei problemi con il trasloco Sky& Fastweb – Home Pack, non esitate a contattarci tramite il box Assistenza o inviando una mail ad [email protected]­bastabollette.it: un nostro consulente sarà pronto a rispondervi nel minor tempo possibile.