Sono subdoli, sconosciuti e spesso ingannevoli. Gli abbonamenti indesiderati (noti anche come sms premium), nuova piaga di utenti di smartphone e tablet, hanno nomi emblematici, talvolta espliciti, che balzano all’attenzione del malcapitato non appena viene recapitato il temuto SMS di avvenuta attivazione.

Le richieste pervenute in Associazione sono numerose e ogni giorno diverse: Le VogliosePalmago, Sexy Love, Caleido Mobi e Poket Girls  sono solo alcuni dei servizi per i quali gli utenti ci chiedono aiuto.

 

L’inchiesta delle Iene

L’argomento, ormai diventato piuttosto scottante, è stato ripreso dalla trasmissione televisiva Le Iene, nel corso della puntata del 30 ottobre 2015.

Se anche tu sei incappato in questa truffa e hai necessità di assistenza gratuita, compila il form in basso. Riceverai al più presto assistenza gratuita per la risoluzione del problema!

Modulo richiesta assistenza gratuita - SNR

Inserisci qui sotto i tuoi dati per chiedere l'assistenza gratuita di Bastabollette per il rimborso e la disattivazione dei servizi che non hai mai richiesto.
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

La Iena Mauro Casciari ha voluto vederci chiaro. Con l’aiuto del suo cellulare, Casciari ha illustrato come si casca, spesso e facilmente, nella trappola degli abbonamenti indesiderati. Tramite la semplice navigazione su un sito di Oroscopo, Casciari ha cliccato per aprire la pagina interessata e si è ritrovato catapultato su un servizio digitale a pagamento per adulti.

Il bottone rosa che appare al centro del display rimanda in maniera diretta all’offerta di foto “esplicite” comprese nell’abbonamento:

le iene truffa sms

 

 

Ogni pacchetto fotografico, riporta un bottone piuttosto chiaro, in cui compare la scritta inequivocabile e tipica di questi servizi, il CLICCA E ACQUISTA. Nonostante l’utente abbia lasciato la pagina senza clicca sul bottone, ecco che qualche secondo dopo sopraggiunge l’SMS di avvenuta attivazione. La sequenza delle immagini sopra descrive questa sequenza.

 

 

Un giro di ricognizione tra i passanti e Casciari si accorge di non essere l’unica vittima di attivazione servizi non richiesti. Gli abbonamenti offrono i servizi più disparati, con nomi improbabili, soprattutto se attivati sul telefonino di una tranquilla signora di 67 anni. HornyGirls, Jokoo e XRedGirls sono gli abbonamenti degli sfortunati ospiti di Casciari, che testimoniano la loro disavventura con parole e schermo del cellulare:

 

foto_le_iene_7

 

 

Non va meglio al secondo tentativo. Casciari punta sulle previsioni meteo e clicca su una finestra pubblicitaria. Nel giro di qualche secondo, l’abbonamento attivo è Trendy Mob

 

servizi digitali

A questo punto, Casciari si rivolge al suo Servizio Clienti per chiedere spiegazioni, ma l’operatrice all’altro capo della cornetta scarica la responsabilità sui fornitori di tali servizi. Insoddisfatto della risposta ottenuta, Casciari si reca presso la sede di una di queste società fornitrici di servizi digitali, la VProject05 srl, responsabile degli abbonamenti PariEPatta.

Spiegazioni sugli abbonamenti indesiderati praticamente impossibili da ottenere

La Iena incontra dapprima il commercialista che, come prevedibile, non sa dare spiegazioni sulle modalità di attivazione dei servizi, rimandando la responsabilità all’amministratore che in quel momento è assente. Casciari attende il suo arrivo sulla porta e viene ricevuto nel suo ufficio. L’amministratore sembra disponibile a dare delle spiegazioni più dettagliate, ma quando Casciari sceglie di approfondire, le risposte diventano vaghe o nulle. Esasperato dalla raffica di domande a cui non sa rispondere, l’amministratore sbotta improvvisamente in un “Io non sono un tecnico”. Si chiede quindi di parlare con il tecnico, che ammette di non conoscere affatto le modalità di attivazione del servizio e confessa l’inesistenza di banner specifici che rivelino immediatamente a quale servizio l’utente sta per abbonarsi.

Nessuno sembra dunque a conoscenza delle modalità per attivare o, tanto mento, disattivare gli abbonamenti indesiderati: perché, dunque, dovrebbe saperlo l’utente? Non esistono metodi efficaci per tenersi al riparo da queste insidie, se non cercare di limitare i danni in fase di navigazione con il cellulare.

 

I consigli per evitare di cadere nella trappola degli abbonamenti indesiderati

Eccoli, semplici semplici:

  • Non cliccare sui banner, soprattutto su quelli sospetti. Se l’annuncio pubblicitario disturba la navigazione, cliccare sulla X che corrisponde al comando di chiusura ma fare attenzione alla presenza di comandi simili, che potrebbero nascondere un reindirizzamento verso le landing page di servizi a pagamento. Attenzione anche a non sconfinare sull’area che potrebbe determinare l’attivazione del servizio;
  • Non rispondere a SMS provenienti da numeri sospetti , soprattutto quelli che ricadono nella decade 4x;
  • Non appena si riceve l’SMS di avvenuta attivazione, inviare un SMS di risposta (tassato secondo il proprio piano tariffario) con la sintassi *Nome dell’abbonamento* STOP. Assicurarsi che tale modalità sia prevista dall’abbonamento: le indicazioni sono spesso riportate nell’SMS di attivazione del servizio;
  • Non concedere mai l’autorizzazione al trattamento dati da parte di Società Terze, evitando di apporre la propria firma sulla clausola contrattuale corrispondente. Leggere bene la parte relativa al trattamento dei dati personani, in ogni tipo di contratto che si intende firmare.
  • Effettuare il barring degli SMS.

L’ultimo punto rimane il vero tasto dolente dei Servizi a pagamento. Il blocco selettivo degli SMS, che comunque potrebbe essere una soluzione sconveniente per gli utenti che ricevono notifiche dalla propria banca, non è sempre una passeggiata. Non è raro che gli operatori del Servizio Clienti (190 per Vodafone, 155 per Wind, 133 per H3G e 119 per TIM) si oppongano a questa richiesta, ma il nostro consiglio è quello di non demordere e continuare a chiedere il blocco degli SMS.

Hai bisogno di aiuto per disattivazione o rimborso?

Se anche tu sei vittima di un qualsivoglia abbonamento indesiderato o SMS premium o ti accorgi solo in fattura che ti è stato tolto del denaro per servizi da te non richiesti, compila il form in basso per avere assistenza gratuita in merito alla disattivazione degli abbonamenti indesiderati e ottenerne il rimborso.

Modulo richiesta assistenza gratuita - SNR

Inserisci qui sotto i tuoi dati per chiedere l'assistenza gratuita di Bastabollette per il rimborso e la disattivazione dei servizi che non hai mai richiesto.
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Puoi contattarci anche inviando una mail ad aiuto@bastabollette.it oppure venendo a trovarci sulla nostra Pagina Facebook.

Ma a quale società appartiene il numero citato nei messaggi di attivazione degli Abbonamenti Indesiderati? Ecco la sorpresa

C’è ancora una cosa di cui vogliamo raccontarvi in questo articolo. Una strana “coincidenza” che riguarda un numero di telefono, associato a diversi servizi di abbonamenti indesiderati, che pare appartenga a più di una Società.

Durante una delle nostre quotidiane ricerche, per contrastare gli SMS Premium, abbiamo scoperto che diversi servizi a pagamento fanno capo allo stesso numero di telefono, lo 0307777696. Noi di BastaBollette lo abbiamo già incontrato parlando degli abbonamenti Poket Girls e Sexy Love.

Abbiamo così deciso di fare un’approfondita analisi inserendo il suddetto numero sul motore di ricerca specifico Tellows, quello che segue ha davvero dell’incredibile.

Ecco alcuni dei commenti-denunce degli utenti malcapitati nella trappola , con il problema di dover disattivare gli abbonamenti indesiderati provenienti dal numero 0307777696.

C’è chi senza accorgersene si ritrova abbonato a servizi pornografici

commento_tellows2

 

Chi denuncia come l’attivazione avvenga solo sfiorando il banner, senza dovuta conferma, come invece dispongono per legge le attuali condizioni di vendita di questo tipo di servizi in abbonamento.

figlia

 

Sono diversi i servizi premium citati: Action World, Play Best, Very Girls… tutti collegati allo stesso numero di telefono

commento_tellows4

 

commento_tellows5

 

Non è inusuale che più servizi di abbonamenti indesiderati abbiano lo stesso numero di telefono per la disattivazione. Sono casi che abbiamo già riscontrato soprattutto parlando di Neomobile e Gomobile, cioè quando a capo vi è una società “madre” che gestisce uno o più servizi in abbonamento.

La nostra attenzione ricade sull’intervento effettuato nella discussione sul sito Tellows da parte del Customer Care della società Interactive Phone S.r.l. eccolo di seguito.

tellows_numeroCondiviso

 

La Società vuole “precisare” che gestisce unicamente quattro servizi di SMS Premium: Gamepower, FunandenjoyChemicalsexy, Verygirls e che il numero di telefono 0307777696 è un “numero condiviso e quindi utilizzato dalla nostra società come da società nostre concorrenti”. Il Signor Siham del Customer Care ci tiene inoltre a sottolineare agli utenti di accertarsi su chi sia il gestore responsabile prima di procedere con richieste di rimborso e segnalazioni alle autorità.

Sembra assurdo vero? Ė come se il servizio Customer Care della Barilla e della Ferrero avessero lo stesso recapito telefonico! Come è possibile che Società concorrenti tra loro abbiano lo stesso numero dedicato al servizio clienti? Purtroppo è possibile.

La registrazione della chiamata al call center

Noi di BastaBollette abbiamo chiamato il numero “incriminato”. Ed ecco la qui la registrazione della chiamata al numero 0307777696 .

Il classico disco registrato dà il benvenuto: “Benvenuto al servizio clienti, le ricordiamo che il costo della chiamata varia in base al suo piano tariffario…”. Non si fa riferimento nella telefonata al Customer Care di nessuna società. Il messaggio di benvenuto è universale, andrebbe bene per qualsiasi servizio premium. Continuando ad ascoltare il disco registrato vengono date indicazioni su come disattivare gli abbonamenti indesiderati: digitando 1, o collegandosi da cellulare al sito internet disattivati.mobi oppure inviando una mail a info@Ccaresolution.com.

Non vi ricordano nulla le ultime due opzioni? Abbiamo già incontrato queste due modalità di disattivazione.

  • Il sito disattivati.mobi è una piattaforma universale che permette di disattivarsi da tutti i servizi che si affidano a questo servizio.
  • Il servizio email info@ccaresolution.com appartiene al sito www.ccaresolution.com che risulta “Under costruction” e viene utilizzato con un sofisticato strumento online (chiamato contactprivacy.com) per nascondere la reale identità degli ideatori del servizio.

Ecco lo screen shot del sistema utilizzato per la privacy del sito.

Immagine2

Un sistema di anonimizzazione del fornitore del servizio

Utilizzando questi sofisticati strumenti online che nascondono la privacy, usufruendo di un servizio telefonico tramite Call Center e preregistrato che incanala tutte le chiamate verso preconfezionati sistemi di disattivazione mobile è possibile che molte aziende fornitrici di abbonamenti indesiderati tengano volontariamente nascosta la propria identità.

Conferma che riceviamo scrivendo alla email info@Ccaresolution.com alla quale una gentile operatrice ci risponde così: “Il nostro CC è partner degli operatori per eseguire le disattivazioni di servizi che distribuiscono società terze alle quali può esclusivamente risalire dal link che trova all’interno del messaggio di attivazione nella sezione info e privacy”.

Teniamo ad aggiungere, infine, che secondo la Delibera N. 42/13/CIR dell’AGCOM il consumatore ha il diritto di chiedere al proprio operatore di identificare tramite il numero di telefono chi gli ha mandato un SMS. Lo spirito della delibera è di consentire agli abbonati dei servizi di comunicazione mobile di poter risalire all’effettivo mittente dell’SMS tramite una semplice chiamata al servizio clienti del proprio gestore telefonico. Infatti è attiva presso AGCOM una base dati deputata alla raccolta delle informazioni anagrafiche relative agli Alias utilizzati dalle aziende per l’invio di SMS Premium.

Ma è sempre così? Il proprio operatore può sempre identificare la società mandataria? No.

Sempre la suddetta Delibera infatti definisce che in caso di mancata registrazione del mittente la spedizione del messaggio SMS avverrà regolarmente ma il Nome-Alias del mittente verrà sostituito con il mittente numerico. Il meccanismo è semplice. Basta affidarsi ad un Call Center per l’assegnazione “condivisa” di un numero di telefono ed utilizzare quest’ultimo per spedire SMS Premium. Il “Machiavellico” gioco è fatto. Il numero, infatti, non risulterà assegnato a nessun fornitore di contenuti in particolare, bensì a una società che offre il servizio di call center in condivisione con molteplici società.

Ma cosa avranno mai di tanto segreto da nascondere? 😀

Tu che idea ti sei fatto? Puoi dire la tua nei commenti qui sotto.

Modulo richiesta assistenza gratuita - SNR

Inserisci qui sotto i tuoi dati per chiedere l'assistenza gratuita di Bastabollette per il rimborso e la disattivazione dei servizi che non hai mai richiesto.
  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.