blackout wind infostrada

Sulla rete l’onda di protesta degli utenti lasciati completamente a terra per parecchie ore nella giornata di venerdì 13 giugno 2014 monta imponente. Gli utenti sono giustamente scandalizzati per la gravità del disservizio subito, senza precedenti nella storia delle connessioni dati italiane degli ultimi tempi. E lo scandalo è acuito dalla scarna quanto furbesca risposta ufficiale di Wind Infostrada che si esaurisce in un laconico comunicato, rilanciato sui siti e sui social della società, del seguente tenore:

Oggi è stata una brutta giornata. Per tutti voi che ogni giorno affidate le vostre comunicazioni a Wind, e per tutti noi che in questa azienda mettiamo ogni giorno passione, impegno ed orgoglio per darvi sempre il meglio. Un’anomalia sulla nostra rete, un evento eccezionale, vi ha coinvolto per alcune ore. Ci dispiace molto, ma ci teniamo a ribadire che abbiamo fatto tutto quello che era nelle nostre possibilità per ripristinare i servizi nel più breve tempo possibile. Continueremo a lavorare per voi con ancora maggiore determinazione.

Un pò fiacche come scuse, a nostro avviso, come del resto notato dagli stessi utenti della pagina facebook di wind che commentano il comunicato con un votasissimo eloquente commento:

“Wind,  per ringraziarci della pazienza avuta mandaci una ricarica”

Perchè dopo un disservizio di questa portata la primissima fondamentale informazione che Wind Infostrada avrebbe dovuto dare sarebbero state… le modalità con cui doveva essere erogato l’indennizzo automatico previsto dalla delibera 73/11 Agcom oltre alle modalità con cui chi avesse subito danni in conseguenza del disservizi avrebbe potuto chiederne il risarcimento.

In compenso Wind Infostrada emette un secondo comunicato in data 15.06.14 in cui sostanzialmente dice che  la società è stata… bravissima a risolvere il guasto in tempi assai rapidi. E che è stata solerte nel comunicare agli utenti (sic!) il guasto.

Ma di indennizzi o risarcimenti nessun cenno!

Per questo invitiamo tutti gli utenti ad agire per il rispetto dei loro diritti.

La nostra associazione è a disposizione per assistere gratuitamente nell’invio del reclamo e della richiesta di risarcimento. Compila il form di assistenza gratuita in alto a destra o scrivi a [email protected]