In questo video ti mostro i pericoli che si nascondono dietro un’operazione apparentemente molto semplice come quella di un trasloco della linea telefonica ti darò qualche consiglio utile per evitare problemi e costi e nascosti dietro il trasloco.


Se preferisci ascoltare l’audio, puoi farlo cliccando il tasto play qui sotto:

Se poi hai bisogno di contattarci, compila il modulo che trovi nel link qui sotto: ti ricontatteremo in men che non si dica per aiutarti gratuitamente a risolvere il tuo problema con Vodafone!

Se poi hai bisogno di contattarci, compila il modulo qui sotto: ti ricontatteremo in men che non si dica per aiutarti gratuitamente a risolvere il tuo problema!

Ci siamo occupate tante volte di questo tema.
In questo post, abbiamo parlato dei problemi del traslcoco con Fastweb.
In quest’altro, dei problemi del trasloco con Infostrada.
Qui sotto segue la trascrizione della parte introduttiva del video che può essere utile a coloro che preferiscono leggere anzichè vedere il video, per capire di cosa stiamo parlando.

Può capitare di avere l’esigenza di cambiare casa: acquistiamo la nuova casa o andiamo in affitto presso una nuova abitazione e dobbiamo trasferire l’utenza telefonica e lo facciamo attraverso una richiesta all’operatore di telefonia che gestisce la nostra via telefonica: TIM, Vodafone, tiscali ecc.

Questa richiesta è molto semplice addirittura viene fatta per la maggior parte dei casi che ci capita telefonicamente basta una chiamata (al 187 del caso di TIM), si esprime la propria necessità di cambiare la linea telefonica e l’operatore ci chiede una serie di dati per confermare la volontà di trasferire l’utenza nella nuova abitazione.

Di solito l’operatore effettua una registrazione e poi finisce lì.

A volte gli operatori si sbilanciano dicendo anche un tempo di gestione della pratica che è molto breve: qualche giorno magari.

A volte però le cose non sempre vanno così velocemente.

Alessio, un consumatore nostro assistito, ci ha contattato qualche giorno fa e ci ha comunicato di aver riscontrato un ritardo di ben 59 giorni e non è ancora finita! Sta ancora contando i giorni le ore i minuti! Da quando ha fatto la richiesta e ad oggi non hanno ancora completato il trasloco.
Non solo! Alessio ha fatto una richiesta di trasloco due mesi fa ed è ancora nella nuova casa senza linea ma addirittura ci dice che la Telecom lo ha chiamato più volte dicendo che c’erano dei problemi, che c’erano dei ritardi e poi che per risolvere questi ritardi avrebbe potuto accelerare la pratica… udite udite… attivando una nuova linea telefonica!

Cioè avrebbe dovuto lasciare la linea telefonica vecchia e attivare una nuova linea nella nuova abitazione. In questo modo la TIM avrebbe raddoppiato il numero di clienti in un sol colpo! E Alessio si sarebbe dovuto trovare a pagare, per un periodo di tempo che non si sapeva quanto sarebbe durato, due linee telefoniche: quella della vecchia casa e quella della nuova abitazione.

Alessio sperava in questo modo perlomeno di avere una linea telefonica internet funziona mentre nella nuova casa… ma non è andata così!

Nonostante questa questa richiesta di attivazione di nuova linea, a distanza di due mesi Alessio è ancora senza internet e senza telefono nella nuova casa.

Non contenta la Telecom ha proposto ad Alessio anche la modifica della vecchia linea telefonica per cui Alessio ha ricevuto una modifica nella vecchia linea telefonica peggiorativa, perché si è dovuto impegnare per un nuovo periodo di vincolo dei 24 mesi quando il precedente stava per concludersi ed ha accettato delle condizioni peggiorative rispetto a quelle precedenti: in pratica va pagare più di quanto pagava prima.

Ecco che come vedete una operazione apparentemente molto semplice come un cambio di casa a cui doveva seguire un trasferimento della linea telefonica si sta rivelando una vera e propria odissea, anche economica perché Alessio sta pagando per una linea nella vecchia casa che ha ormai lasciato e che non può sfruttare e nonostante stia pagando questi soldi oggi è senza internet e senza telefono con l’aggravante che dovrà pagare non appena gli verrà attivata una seconda linea nella nuova casa .

Insomma come possiamo difenderci da questa serie turbinosa di pasticci e di ritardi e disservizi da parte degli operatori?

[guarda il video o ascoltane l’audio per conoscere i consigli]

Hai trovato utile questo articolo ? Aiutaci a farlo conoscere ad altri utenti come te scrivendo una riga di recensione sulla nostra pagina Facebook: https://www.facebook.com/Bastabollette/reviews/