contenuti-portale-3

Contenuti portale 3: come si manifestano gli addebiti

Dopo avervi informati sul procedimento AGCM nei confronti dei maggiori operatori di telefonia e della decisione AGCOM che ha portato alla sanzione di H3G (Tre) per l’ammontare di 116mila euro, vogliamo approfondire l’argomento portando sul blog l’esempio di un nostro tesserato, che si è rivolto alla nostra Associazione per risolvere il problema degli addebiti da contenuti portale 3.

L’utente, che per questioni di riservatezza chiameremo semplicemente Mario, ha contattato la nostra Associazione in occasione dei reiterati addebiti derivanti dalla navigazione sul portale della Società. Per maggiore chiarezza, esponiamo la problematica con le parole utilizzate dal cliente:

“La sottoscrizione del mio contratto di telefonia mobile con Tre risale al dicembre 2011. Il pacchetto che scelsi prevedeva un monte di minuti inclusi e cellulare in dotazione. Già le prime fatture emesse, riportavano delle cifre che non corrispondevano a quanto avrei dovuto pagare, in particolare sotto la dicitura “Contenuti Portale 3”. Allarmato dalla situazione, ho deciso di rivolgermi al Servizio Clienti di Tre per segnalare gli addebiti dei servizi non richiesti, né fruiti. Con mia grande perplessità, l’operatore che mi fornì assistenza imputò il disservizio al cellulare stesso, difettoso, che selezionava autonomamente l’attivazione di servizi non richiesti. Mi attivai immediatamente, inviando un fax con la richiesta di disattivazione immediata di tali servizi. Ciononostante, la Società ha continuato ad addebitarmi i costi di tali servizi. Per fare luce sulla situazione, ho richiesto copia del contratto relativo alla mia utenza, che non ho mai ricevuto. Chiedo perciò a voi quali passi debba compiere per risolvere la situazione, diventata ormai insostenibile.”

Ricevuta la richiesta di assistenza, i consulenti dell’Associazione si sono immediatamente attivati per fornire il sostegno richiesto. Ecco con quali misure abbiamo richiesto e ottenuto l’intero rimborso delle somme indebitamente corrisposte.

Contenuti Portale 3: la Società manifesta le sue ragioni in udienza di conciliazione

Una volta richiesti i documenti utili alla valutazione del caso, i nostri consulenti hanno provveduto alla stesura del modello UG, per poi inviarlo al Corecom di competenza. In sede di conciliazione, la Società ha deciso di accogliere solo parte delle nostre richieste: non è stato raggiunto un accordo. A questo punto, informiamo l’utente sull’esito della conciliazione e gli manifestiamo l’opportunità di procedere con la fase di definizione, nella quale riteniamo di ottenere la totalità delle nostre richieste. In questo frangente, la Società ha stilato le sue memorie, alle quali siamo stati in grado di rispondere punto per punto con le nostre memorie di replica e insistere con le richieste inserite nel modello GU14. L’attivazione di servizi non richiesti rappresenta un vero e proprio punto debole della Società, che ha tentato di dimostrare nelle proprie memorie il proprio comportamento corretto verso l’utente il quale, a detta loro, sarebbe venuto a conoscenza dell’attivazione servizi premium e dei costi di navigazione già in sede di sottoscrizione del contratto. Contestazione che abbiamo prontamente ribattuto, sottolineando il carattere pretestuoso di tali dichiarazioni e chiedendo ancora lo storno delle cifre indebitamente corrisposte dall’utente.

Contenuti Portale 3: l’udienza di definizione e il rimborso

Una volta stilate le nostre memoria in risposta a Tre, abbiamo affrontato i legali della Società nell’udienza di definizione. La 3 ha nuovamente offerto il rimborso delle cifre corrisposte dal cliente: una piccola vittoria per l’Associazione, che è riuscita ad ottenere il riconoscimento delle somme indebitamente pagate dal cliente, anche se ancora attendiamo l’esito dell’udienza per conoscere a quale cifra corrisponderà l’indennizzo per attivazione servizi non richiesti, che i nostri avvocati hanno chiesto, ovviamente, in aggiunta al rimborso delle somme indebitamente prelevate all’utente.

Anche tu hai avuto problemi nella bolletta per “contenuti portale 3”? Non avere paura di far valere i tuoi diritti: se pensi di aver subito un sopruso, non esitare a contattarci. Puoi contattarci compilando il box assistenza presente in questa pagina (oppure clicca qui) o inviando una mail ad [email protected]: un nostro consulente saprà fornirti assistenza immediata e gratuita.