Nei post precedenti, vi abbiamo diffusamente parlato della richiesta di trasloco Fastweb, della modalità di inoltro e dei vari accorgimenti da adottare per evitare brutte sorprese.

trasloco_fastweb_con_registrazione_vocale

Vi presentiamo oggi il caso di un nostro socio che ci chiede aiuto per un trasloco completato con  notevole ritardo.

Il caso è molto interessante perché il cliente non disponeva del modulo di trasloco cartaceo e il caso è stato risolto con successo grazie alla presentazione in udienza Corecom della registrazione telefonica della telefonata con l’assistenza clienti Fastweb con la quale il cliente ha confermato il trasloco.

L’utente riporta di aver richiesto disdetta dal contratto telefonico poiché in procinto di cambiare casa. Subito dopo, la Società ricontatta il suo cliente e gli manifesta la possibilità di fare richiesta di trasloco in luogo della disdetta (in questo post, una guida su come effettuare la richiesta di trasloco). Il cliente accetta e viene avviata la registrazione vocale. Da quel giorno sarebbero dovuti passare in totale 60 giorni. Dal momento in cui l’utente ha richiesto il trasloco sono invece trascorsi dieci mesi, al che il nostro tesserato ha deciso di stipulare un contratto telefonico con un altro operatore.

Conscio dei suoi diritti, l’utente si è rivolto alla nostra Associazione per ottenere gratuitamente tutto l’aiuto necessario a far valere la sua posizione. I nostri consulenti hanno preparato la documentazione opportuna e inviato UG al Corecom di competenza, dopodiché hanno affrontato gli avvocati di Fastweb in udienza di conciliazione (in questo post, un caso molto complesso gestito e portato felicemente a termine dalla nostra Associazione).

In sede d’udienza, gli avvocati della Società hanno negato la richiesta di trasloco dell’utente (in questo post, un caso in cui le ragioni dell’operatore hanno prevalso su quelle dell’utente),  affermando di non possedere alcuna registrazione vocale e, quindi,  alcuna prova di una richiesta di trasloco. I nostri consulenti hanno perciò deciso di concludere l’udienza con un mancato accordo, per riproporre le proprie ragioni in sede di definizione.

Prima della data di definizione, la nostra Associazione ha ricevuto una nuova proposta di accordo da parte della Società. In quest’occasione, abbiamo fatto valere la giurisprudenza dei Corecom, con il principio riportato a Pagina 6 della Delibera 65/11/CRL e non solo abbiamo potuto provare la legittimità del rifiuto del pagamento delle fatture inviate all’utente (in questo post, un caso di emissione di fatture per servizi non dovuti), ma anche la validità della registrazione vocale effettuata dall’utente stesso.

Dopo aver esposto le nostre ragioni e aver ribadito che la registrazione telefonica rappresenta modalità contrattuale alternativa al modulo di trasloco scritto, abbiamo richiesto che Fastweb producesse tale registrazione e che la legge imponeva la produzione della stessa, dalla quale non poteva esimersi (in questo post, 4 consigli su come tutelarsi). Improvvisamente, la Società ha ricordato di possedere questa registrazione e che la stessa era da considerarsi valida ai sensi dell’Art. 7.5 delle Condizioni Generali di Contratto.

Grazie alla nostra esperienza  nella soluzione dei problemi relativi a traslochi di linea telefonica, siamo riusciti a ottenere in questo caso l’intero storno delle fatture, la chiusura del contratto in esenzione spese e la risoluzione degli insoluti imposti dal recupero crediti.

Vista la tecnicità della materia, non è sempre facile ricorrere contro i nostri operatori di telefonia esclusivamente con le nostre risorse. È invece preferibile rivolgersi a un professionista, che sappia far valere i nostri diritti in maniera adeguata.

Se anche tu hai avuto dei problemi con il trasloco Fastweb, non esitare a rivolgerti alla nostra Associazione, che ti assisterà in maniera gratuita. Per entrare in contatto con noi, compila il box assistenza presente in questa pagina, oppure invia una mail ad [email protected]. Se vuoi, lascia un commento nel quale ci racconti la tua esperienza: in questo modo potrai confrontarti con altri utenti che hanno avuto il tuo stesso problema e, insieme, iniziare a pensare a quale strada percorrere per risolvere i vostri problemi con gli operatori telefonici.