Le saponette wi-fi sono comodissime, ma hanno un piccolo inconveniente: possono addebitati anche 1.500 euro sul tuo conto corrente collegato senza che te ne accorga!Ti sembra impossibile?

Eppure è esattamente quello che è successo a una nostra assistita.

Ascolta qui sotto la puntata del nostro podcast per conoscere tutti i dettagli e come difendersi!

Cosa sono le le saponette wifi

Cosa sono le le saponette wifi

Questa che segue è la trascrizione letterale (per lo più automatica, errori ortografici compresi!) do ciò che puoi ascoltare ascoltando il video.

Le saponette wi-fi sono quei dispositivi portatili che servono per collegare in wifi in mobilità tutti i nostri apparecchi: laptop, tablet, altri cellulari sono comodissime va in vacanza sei fuori ufficio ti porti la chiavetta e ti colleghi al mondo.

Questi prodotti hanno un inconveniente: non sempre ti permettono di controllare agevolmente e velocemente eventuali addebiti imprevisti sulla saponetta.”Beh poco male” , penserai , “io ho stipulato un abbonamento che prevede un tetto massimo di spesa 10 – 15 euro al mese e so che in quel tetto massimo posso navigarci per 10 – 20 giga, che sono più che sufficienti per il mio utilizzo standard di internet. Quindi non posso avere sorprese”.

Non è proprio così.

Gli abbonamenti non richiesti sugli smartphone

Già saprai che sugli smartphone sono frequentissimi gli abbonamenti di servizi non richiesti, come abbonamenti a servizi di suonerie, oroscopo,  immagini sexy, giochi, eccetera.Ne abbiamo parlato molte volte sul nostro blog, come in questo articolo su servizi non richiesti Vodafone e su come disattivarli e chiederne il rimborso.Abbonamenti che partono a volte senza che ce ne rendiamo conto e certamente senza che lo vogliamo.Questo perché nella navigazione di molti siti sono spesso nascosti nascoste alcune insidie legate magari a dei banner oppure semplicemente a degli strumenti software che fanno scattare l’abbonamento alla semplice pressione del display del telefono, allo scorrimento, o al click su di un banner piuttosto che alla la semplice navigazione.

Quando questo succede su uno smartphone, l’utente viene dovrebbe essere obbligatoriamente avvisato dell’attivazione del servizio richiesto attraverso un sms che lo informa del costo settimanale e delle modalità di disdetta dell’abbonamento.Solitamente mandando un messaggio in risposta all’sms che si riceve oppure chiamando un numero verde indicato nel messaggio si disattiva il servizio.

Certo di per sé anche l’abbonamento non richiesto sul cellulare è una bella rogna, una bella gatta da pelare che ci impone intanto di disattivarlo immediatamente e poi li avviare una procedura più o meno lunga e complicata per ottenere la restituzione quindi il rimborso delle somme indebitamente sottratte all’operatore telefonico.

Che a volte ci concede a volte no.Quindi la cosa di per sé è molto fastidiosa e a volte non ha una semplice soluzione ma almeno abbiamo lo strumento per rendercene conto.

Gli abbonamenti non richiesti sulle saponette

Il problema sorge invece quando questi abbonamenti vengono attivati sulle cosiddette saponette.E’ quello che è successo alla signora Maria che ci ha contattato oggi attraverso il nostro sito bastabollette.it.

La signora  dice che improvvisamente hanno scoperto dagli estratti del conto corrente che questi addebiti in un anno ammontavano a 1.400 euro.

Ascolta la puntata per i dettagli!

Qui sotto, il modulo per richiedere la nostra assistenza gratuita.

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
Saponette wi-fi e Abbonamenti Non Richiesti, Come Difendersi
5 (100%) 5 vote[s]