Questa mattina, come tante altre mattine, un utente potrebbe aver ricevuto una brutta sorpresa: 5 € in meno sul credito! Lo sventurato cerca di fare mente locale, ma non riesce a ricordare di aver attivato alcun servizio che corrisponda a quella cifra, finchè… non legge un sms ricevuto da poco, che lo informa: “PLAYNOWGAMES – Abbonamento Attivato al costo di 5 € a settimana“.

La nostra associazione può aiutarti a disattivare PLAYNOWGAMES

Fortunatamente la nostra associazione può chiedere e ottenere la disattivazione e il rimborso del credito trafugato! Abbiamo aiutato con successo centinaia di utenti incappati in questa e altre attivazioni di abbonamenti non voluti come  Gamelover, GoContent3202071016 ecc.

Anche tu sei incappato nell’inconveniente? Compila il modulo di seguito ti contatteremo per fornirti consulenza gratuita.

Ancora frastornato dalla notizia, l’utente capisce di essere incappato in un’attivazione servizi non richiesta, che si chiama appunto PLAYNOWGAMES.

Il servizio, consentirebbe l’accesso illimitato a una piattaforma contentente giochi e altri contenuti. web. Le attivazioni non richieste hanno però colpito anche Facebook. Non più solo gli annunci pubblicitari, ma anche quiz e giochi possono nascondere la tremenda insidia di un’attivazione servizi non richiesta.

Le lamentele degli utenti su PLAYNOWGAMES

Gli utenti che lamentano sul web l’attivazione non richiesta di PLAYNOWGAMES sono numerosi. 

Apparentemente, PLAYNOWGAMES sembra richiedere il consenso all’attivazione dell’abbonamento. Com’è possibile, allora, che molti utenti lamentino il fatto di essersi ritrovati abbonati senza nessuna azione?

Come abbiamo spiegato in questo e in post precedenti, l’attivazione di servizi premium può avvenire in maniera del tutto inaspettata. Non esistono strategie per tenersi al riparo da queste insidie: di seguito, vi forniamo un elenco di piccoli consigli che possono però aiutare a evitare l’irreparabile.

Alcuni consigli per proteggersi da PLAYNOWGAMES

Ecco come proteggersi dall’attivazione servizi non richiesti:

  • Naviga con cautela, cercando di non cliccare sui banner pubblicitari. È comunque molto difficile evitare il clic accidentale, soprattutto in display di piccole dimensioni. Oltre alla grandezza fisica del dispositivo, molto spesso l’utente  è costretto a cliccare sul banner per chiuderlo e continuare la navigazione. Il nostro consiglio è quello di cliccare sempre sull’icona di chiusura principale, andando alla ricerca di eventuali bottoni simili ma più piccoli, che possono nascondere il reindirizzamento alle famigerate landing page degli abbonamenti e causare l’attivazione. Quando si tratta di un banner, il tempo speso a cercare di non farsi fregare non è mai troppo.
  • Installa il browser Adblock Plus , che consente di navigare in sicurezza, escludendo automativamente banner pubblicitari e risparmiando in tal modo preziosi MB di dati, allungando la durata dei nostri sempre più insufficienti gigabyte del piano dati mobile a nostra disposizione.
  • Non rispondere a chiamate provenienti da numeri sospetti o a SMS il cui contenuto non è chiaro. Non farsi ingannare dal contenuto del messaggio: molti utenti cascano nella trappola dell’SMS pubblicitario. Se non si è sicuri, è meglio non rispondere;
  • All’atto della sottoscrizione del contratto telefonico, leggere attentamente sempre prima di firmare i campi indicati. In questo modo, si può evitare di dare il consenso al trattamento dei dati da parte di Società Terze;
  • Effettua il barring degli SMS;
  • Disattiva con una delle modalità che ti indicheremo di seguito.

Andiamo a fondo agli ultimi due punti. Per evitare ulteriori addebiti indesiderati, è opportuno effettuare il barring degli SMS. Prima di procedere, è opportuno sapere che il blocco dei servizi a pagamento e di tutti i numeri della decade 4x comporta la sospensione di tutti i servizi che invece sono utili. Tra questi, gli SMS di avviso della propria banca. Se invece non hai problemi di questo genere, puoi tranquillamente richiedere il barring al tuo operatore, utilizzando uno dei canali che ti indichiamo di seguito. È ormai noto che le compagnie telefoniche siano in combutta con le Società che erogano questo genere di servizi, per cui se decidi di richiedere il barring al telefono, non lasciarti intimorire dalle insistenze dell’operatore di turno. La voce all’altro capo del telefono cercherà di dissuaderti dal blocco dei servizi: non demordere e fai valere le tue ragioni!

Ecco come richiedere il barring:

  • Utenti TIM: è possibile richiedere il blocco dalla propria area riservata o telefonando al 119;
  • Utenti Vodafone: stesse modalità indicate per i clienti TIM, quindi Area Riservata e call center, stavolta digitando il 190;
  • Utenti Wind: è possibile telefonare al 155 oppure accedere alla propria Area Riservata. Wind prevede una disattivazione a doppio modulo: parziale (899 e 166 oppure SMS) o totale;
  • Utenti H3G: richiedere il barring telefonando al 133 oppure accedendo alla propria area riservata.

 

Come disattivare PLAYNOWGAMES

Se invece sei già stato vittima di un’attivazione, devi immediatamente disattivare il servizio non richiesto con le modalità di seguito riportate. Anche se apparentemente sono tutte modalità alternative, ti consigliamo di procedere sempre e comunque anche con l’invio della mail di cui al punto 4:

  1. Chiama il servizio clienti indicato nell’sms di attivazione Playnowgames;
  2. Chiama il Servizio Clienti del proprio operatore, che dovrà procedere immediatamente alla disattivazione del servizio senza costi aggiuntivi;
  3. Collegati sul portale del Consorzio Mobilpay, all’indirizzo HTTP://SELFCARE.MOBILEPAY.IT, seguendo la procedura indicata;
  4. Invia una mail al tuo operatore, indicando il nome del servizio ed esprimendo la volontà di recedere dal servizio. Seppure sia il metodo più scomodo tra quelli consentiti, è l’unico che permette di tenere traccia della richiesta, che potrebbe tornare utile in caso di problemi.

Dopo la disattivazione, che con questi metodi dovrebbe andare a buon fine, è possibile chiedere il rimborso delle somme indebitamente sottratte. Per richiedere il rimborso, devi presentare reclamo scritto via raccomandata A/R al tuo gestore, nella quale richiedi il denaro che ti è stato sottratto e richiedi la disattivazione immediata dal servizio (nel caso una delle modalità suggerite non andasse a buon fine).

Se invece il tuo operatore non risponde al reclamo o ti nega il rimborso, non esitare a contattare la nostra assistenza gratuita, inviando una mail ad [email protected], oppure compilando il form che trovi qui sotto. Per commenti, richieste o recensioni puoi trovarci anche sulla Pagina Facebook Ufficiale di BastaBollette.



Richiedi la nostra assistenza gratuita

Inserisci qui sotto i tuoi dati per chiedere l'assistenza gratuita di Bastabollette per la disattivazione e il rimborso degli abbonamenti non richiesti.

Grazie, hai completato con successo l'invio del modulo di assistenza gratuita.